La Val Fontanabuona

Il Monte Caucaso (1245 m. s.l.m.) è una delle vette dell’Appennino Ligure che incornicia a nord la Val Fontanabuona e si estende per oltre 300 ettari nel territorio dei Comuni di Moconesi, Favaledi Malvaro, Neironee Lorsica.

La Val Fontanabuona corre parallelamente alla costa lungo il torrente Lavagna per circa 52 km, rimanendo nell’immediato entroterra del Genovesato, del Golfo Paradiso e del Golfo del Tigullio. La particolare morfologia rende la SP 225 che attraversa la Fontanabuona una viabilità alternativa alla via Aurelia e all’autostrada nel tratto tra Genova e Chiavari.

I Comuni del comprensorio sono 13 ai quali si aggiungono anche Avegno, Uscio e Bargagli che sono storicamente legati all’area fontanina  e che appartenevano, fino alla sua soppressione, alla Comunità Montana Fontanabuona.

Il territorio della Val Fontanabuona è caratterizzato da un paesaggio appenninico nella fascia più propriamente montana dove le foreste sono composte in prevalenza da faggi, noccioli e castagni e gli insediamenti sono radi e poco popolosi; la fascia collinare interna del fondovalle è più densamente popolata e ospita generalmente il centro e il municipio dei vari Comuni.

 

E’ una terra ricca di eccellenze naturali, architettoniche, culturali, artigianali ed enogastronomiche. Le produzioni agricole “di nicchia” si mantengono accanto all’artigianato di qualità, memore di una società votata ad attività manifatturiere che utilizzano le materie prime del territorio.

Il sistema del Monte Caucaso presenta elementi di particolare interesse: ha punti di panoramicità elevati (sul golfo del Tigullio, da Sestri Levante a Portofino, e nelle giornate limpide anche verso La Spezia, Genova e la Corsica) e ambienti naturali variegati (ospita splendidi boschi di faggio e castagno alternati a ambienti rupestri, praterie e lande ad erica), è ricco di sorgenti e acque di buona qualità (qui nasce il torrente Aveto) e non mancano affioramenti di ardesia, elemento caratterizzante l’intero territorio fontanino.

Img